Consigli per la sicurezza quotidiana

Consigli sulla sicurezza quotidiana: Casa&Servizi

Infiltrazioni, occlusioni, rottura dell’impianto idrico allagamenti. L’acqua può danneggiare inaspettatamente le nostre abitazioni in molti modi. Secondo alcune stime ogni anno in Italia sono circa 1 milione gli appartamenti che si allagano a causa del classico tubo che si rompe.

Quali sono i danni da acqua


Non tutti gli allagamenti sono uguali. Ci sono i casi estremi, quelli che finiscono sulle prime pagine dei giornali, legati all’esondazione di fiumi e torrenti o dovuti alle cosiddette bombe d’acqua. Questi sono eventi che si verificano sempre più spesso anche alle nostre latitudini: 66 allagamenti e 20 esondazioni fluviali nel solo 2018 in Italia.

Ma l’acqua può mettere a rischio la nostra casa anche semplicemente entrando da parti dell’immobile non in perfette condizioni. Ad esempio tegole rotte o guaine deteriorate possono causare significative infiltrazioni di acqua nelle pareti e nei solai, anche a seguito di un normale temporale estivo.

Sono frequentissime anche le perdite legate a un danno dell’impianto idrico o di riscaldamento. In tutti questi casi l’acqua può provocare danni a pareti, soffitti e pavimenti/parquet imponendo interventi di ripristino spesso costosi.

Intervenire subito per ridurre i danni


“Avere l’acqua in casa” è talmente fastidioso da essere diventato un modo di dire!

Fortunatamente per contenere i danni, spesso basta intervenire tempestivamente individuando l’origine del problema e provvedendo alla sua riparazione. Certo, è essenziale sapere subito chi chiamare! Per questo è importante garantirsi un servizio che si affida ad un network di professionisti disponibili h24 che in tempi rapidi ci permette di riparare immediatamente il danno senza mettere mano al portafoglio.

Alla ricerca della causa


I guasti dell’impianto idrico sono di solito quelli più noiosi. Non è sempre facile capire dov’è la perdita perché spesso le condotte formano percorsi intricati nelle intercapedini dei muri. Fortunatamente sono disponibili tecnologie innovative che aiutano a rilevare il punto preciso della tubatura danneggiata. Tra questi: gli apparecchi per le videoispezioni, rilevamenti tramite gas-traccianti, sistemi a infrarossi, localizzazione acustica.

Queste apparecchiature danno una grande mano, ma non fanno miracoli. A volte l’unica soluzione è quella di demolire parzialmente i rivestimenti per ricercare e sostituire le parti delle condutture che hanno dato origine al danno d’acqua.

È possibile, e anche semplice, utilizzare minuscoli sensori in grado di rilevare l’inizio di allagamento nelle abitazioni. Essi sono collegati a vere e proprie centraline intelligenti che monitorano il funzionamento degli impianti e provvedono ad avvisarci di quello che sta succedendo via smartphone.

Chi vive in un condominio lo sa: i danni da acqua spesso interessano anche agli appartamenti confinanti. Nel caso infatti che a rompersi sia una tubazione condominiale sarà l’amministratore di condominio a doversi attivare per provvedere alla ricerca e alla riparazione delle parti deteriorate.

Se le perdite d’acqua ci fanno perdere anche tempo, denaro e serenità, la scelta più saggia è quella di sottoscrivere una polizza UnipolSai Casa&Servizi. Oltre che a risarcire i danni, mette a nostra disposizione un’efficiente rete di tecnici pronti a intervenire nel caso di problemi.